ciaspole-albani1.jpg
Vista sul Ferrandino dai dintorni del rifugio Albani
ciaspole-albani2.jpg
Primi passi dopo Colere
ciaspole-albani3.jpg
In salita nel bosco
ciaspole-albani4.jpg
Salita nel bosco
ciaspole-albani5.jpg
La traccia è ben delineata
ciaspole-albani6.jpg
Si esce dal bosco al cospetto della Presolana
ciaspole-albani7.jpg
In vista del rifugio
ciaspole-albani8.jpg
Arrivo al rifugio
ciaspole-albani9b.jpg
Che vista verso nord: spiccano Adamello e Carè Alto
ciaspole-albani9c.jpg
Pizzo Camino
ciaspole-albani9d.jpg
Rifugio Albani e Presolana
ciaspole-albani9e.jpg
Ciaspolando
ciaspole-albani9f.jpg
Attorno al rifugio
ciaspole-albani9g.jpg
Baita nelle nevi orobiche
ciaspole-albani9h.jpg
Baita al cospetto della Presolana
Lombardia

Rifugio Albani

IN BREVE
Partenza
: Colere, frazione Carbonera (1035 mslm)
Arrivo: rifugio Albani (1939 mslm) o poco oltre a sfiorare le piste di Colere (2050 mslm)
Dislivello: dai 900 ai 1000 metri a seconda di dove si termina l'escursione
Difficoltà e pericoli: usciti dal bosco è bene valutare le condizioni del manto nevoso, esposto a nord. Gita non banale: dislivello cospicuo e sono richieste buone capacità di valutazione locale del pericolo. Eventualmente chiedere informazioni ai gestori del rifugio.

Ciaspolata impegnativa quella che porta da Colere fino al rifugio Albani ed oltre, seguendo la traccia (battuta dai gatti a servizio del rifugio) che conduce fino alle piste da sci. La ciaspolata al rifugio Albani è una delle più impegnative e gratificanti della montagna bergamasca.
Si parte dalla frazione Carbonera, poco a monte di Colere, seguendo l'omonima via che, passando dietro alla piccola chiesetta, immette su una forestale.
Si calzano subito le ciaspole e si inizia a salire su pendenze non banali prendendo quota e dominando presto il centro abitato. La traccia, molto battuta dagli scialpinisti, è caratterizzata da pittogrammi neri su sfondo giallo nei quali è raffigurato uno scialpinista. I primi passi scorrono nei pressi della pista di rientro, un breve passaggio è posto a breve distanza dagli sciatori ma dopo questa iniziale "quasi convivenza" la traccia si sposta nel cuore del bosco e si snoda in un ambiente immacolato. L'impegno è discreto: pochi i punti in cui rifiatare.
Due bivi in cui seguire le indicazioni invernali per il rifugio Albani.
Usciti dal limite del bosco, inizia il tratto finale ai piedi della parete nord della Presolana: frequenti zigzag consentono di prendere quota mantendosi "a sinistra" rispetto al rifugio (est).
Continuando a salire si arriva ad una piccola baita, poi ad un gruppo di casupole ed infine al rifugio, posto quasi a nido d'aquila ai piedi di una croce.
Oltre all'imponenza della Regina delle Orobie, ovvero la Presolana, il panorama si caratterizza per la sua vastità: vicini il Pizzo Coca ed il Diavolo, a media distanza il Pizzo Camino, più lontani Adamello, Carè Alto, Blumone e tante altre cime delle Alpi bresciane.
Si può estendere la ciaspolata proseguendo lungo la traccia (da qui frequentemente battuta dal gatto delle nevi e comunque contrassegnata da paline colorate) che porta in direzione degli impianti: la soddisfazione non è tanto nella meta quanto nel percorso, tra dossi ed avvallamenti innevati, che consente di conquistare nuovi e sorprendenti punti di vista.
La discesa, a seconda delle condizioni del manto nevoso, potrà essere molto divertente se si riuscirà ad individuare qualche taglio in neve fresca soprattutto nella prima parte (attenzione, però!).

Clicca per aprire la mappa Kompass, da usare esclusivamente come riferimento. I percorsi invernali differiscono spesso da quelli estivi e vanno adattati alle condizioni oggettive (le mappe Kompass abitualmente indicano in azzurro la traccia invernale). Nella mappa il rifugio si trova poco sopra la miniera di fluorite.
 

SUL WEB
E per quando la neve si scioglie.. su www.cicloweb.net trovi tante opportunità per camminare d'estate e pedalare tra sentieri, strade e piste ciclabili.
La Presolana e le altre montagne della Bergamasca si raggiungono cliccando questi link (aprono una nuova finestra del tuo browser):
- pedalate nella Bergamasca;
- guida turistica alle Orobie

Condividi su  -