ciaspole-ciampie1.jpg
L'ampia pista forestale in val San Nicolò (scorri la gallery!)
ciaspole-ciampie2.jpg
Volgendo lo sguardo indietro, durante la salita si ammirano le pareti dolomitiche del gruppo del Catinaccio
ciaspole-ciampie3.jpg
Un dettaglio sulla sagoma del Col Ombert
Trentino

Baita Ciampié

IN BREVE
Partenza: Pozza di Fassa, 1320 mlsm circa
Arrivo: malga Ciampiè, 1826 mslm (tel. 337/459398)
Difficoltà e pericoli: In generale sicuro. Si raccomanda comunque di valutare sempre i bollettini.
Tempi di percorrenza: 1h30' - 2h dal fondovalle alla baita.

Sono solo le motoslitte a guastare - nei loro rari passaggi - l'atmosfera di una dolce passeggiata in val San Nicolò. A parte il rombo di questi veicoli al servizio delle baite, la ciaspolata si snoda placida nel fondovalle alternando tratti all'ombra di un fitto bosco di conifere a momenti in cui la vallata si apre e regala straordinari scorci su ripide pareti montuose.
I primi panorami, tuttavia, si ergono alle spalle di chi sale: volgendo lo sguardo verso ovest, infatti, si osservano la Roda di Vael, il Catinaccio e le Torri del Vaiolet.
La partenza avviene a Pozza di Fassa, o, per evitare un poco piacevole tratto su strada asfaltata e trafficata, appena dopo il paese, in località Soldanella, a 1415 mslm.
Si seguono le evidenti indicazioni per Ciampiè-Monzoni-Crocifisso. La prima salita è ripida ed impegnativa, tutta all'ombra.
Poco prima di malga Crocifisso (1522 mslm) si perde rapidamente quota e ci si porta ai margini della pista di rientro dal comprensorio del Buffaure.
Un breve tratto in piano, soleggiato, riporta nel bosco, stavolta sulla destra orografica della vallata.
Si riprende a salire, si affianca il torrente, si costeggiano due ripide pareti: la valle si stringe quasi ad apparire un canyon.
Poche decine di minuti e poi lo sguardo si apre a tutta la testata della valle: una spettacolare cornice dolomitica su cui spicca per eleganza la sagoma del Col Ombert. Tra case da monte e radure innevate si raggiunge infine la baita Ciampiè (1826 mslm).
Si può estendere la camminata fino alle cascate del rio San Nicolò, in località Jonta. La discesa avviene sull'itinerario di salita, anche in slittino!

La traccia è spesso ben battuta e si può procedere anche senza racchette da neve.

Clicca per aprire la mappa Kompass (stralcio da K95 - Gruppo Sella), da usare esclusivamente come riferimento. I percorsi invernali differiscono spesso da quelli estivi e vanno adattati alle condizioni oggettive (le mappe Kompass abitualmente indicano in azzurro la traccia invernale).

SUL WEB
E per quando la neve si scioglie.. su www.cicloweb.net trovi tante opportunità per camminare d'estate e pedalare tra sentieri, strade e piste ciclabili.
Qualche link per iniziare ad esplorare le splendide montagne della val di Fassa.
- pedalate tra Catinaccio e Latemar, tra Sella e Marmolada;
- foto informazioni curiosità;
- passeggiate in montagna

Condividi su  -