Itinerario del giorno

Alpe Orlo ed Alpe Cermine
Lombardia

Alpe Orlo ed Alpe Cermine

alpeggi panoramici in Val Chiavenna

IN BREVE
Partenza: Dunadiv, 773 mslm
Arrivo: alpe Cermine, 1346 mslm
Difficoltà e pericoli: generalmente ritenuto sicuro. Alpe Scima obiettivo da considerare solo se estremamente allenati e preparati, altrimenti da rimandare alle stagioni senza neve. Orlo e Cermine si raggiungono con una ciaspolata lunga ma tecnicamente abbordabile.
Tempi di percorrenza: 1h15' Alpe Orlo e poi 20-25' per l'Alpe Cermine.

Ciaspolata impegnativa per dislivello e pendenze ma tecnicamente facile, lungo un percorso generalmente ritenuto sicuro. Obiettivo finale di un’escursione estiva su questi pendii sarebbe senz’altro l’Alpe Scima, mirabilmente posizionata tra due pendii, sullo spartiacque tra val Pilotera e valle della Forcola. Durante la stagione bianca, tuttavia, la salita a questo alpeggio propone passaggi ripidi ed insidiosi, meglio dunque scoprire i più morbidi orizzonti offerti da una ciaspolata verso l’Alpe Orlo e l’Alpe Cermeno.
Si parte dalla località Dunadiv (773 mslm), più di quattrocento...

Continua a leggere...

Ultima News

Resto qui
News

Resto qui

un consiglio di lettura

Marco Balzano
RESTO QUI
edizioni Einaudi

"L'acqua ha sommerso ogni cosa: solo la punta del campanile emerge dal lago. Sul fondale si trovano i resti del paese di Curon. Siamo in Sudtirolo, terra di confini e di lacerazioni: un posto in cui nemmeno la lingua materna è qualcosa che ti appartiene fino in fondo. Quando Mussolini mette al bando il tedesco e perfino i nomi sulle lapidi vengono cambiati, allora, per non perdere la propria identità, non resta che provare a raccontare. Trina è una giovane madre che alla ferita della collettività somma la propria: invoca di continuo il nome della figlia, scomparsa senza lasciare traccia. Da allora non ha mai smesso di aspettarla, di scriverle, nella speranza che le parole gliela possano restituire. Finché la guerra viene a bussare alla porta di casa, e Trina segue il marito disertore sulle montagne, dove entrambi imparano a convivere con la morte. Poi il lungo dopoguerra, che non porta nessuna pace. E così, mentre il lettore segue la storia...

Continua a leggere...