IMG_20220226_140644-min-min (1).jpg

Un pranzo tipico in malga

Trovare una malga aperta dove ristorarsi è per molti un fattore molto importante: la cucina di malga, infatti, può essere un’esperienza culinaria che completa la scoperta di un territorio. A volte, invece, trovare un rifugio dove rintanarsi è un’esigenza dettata dalle temperature rigide e dalla voglia di … scaldarsi un po’! Se poi si ciaspola con i bambini, una pausa relax è assolutamente fondamentale prima di tornare indietro o scatenarsi nella neve fresca attorno al rifugio!

Con questa pagina, quindi, vogliamo creare una selezione delle ciaspolate presenti su www.ciaspole.net in cui si possa fare affidamento su una struttura aperta. Il consiglio, ovviamente, è sempre quello di prendere contatto con il rifugio e, nelle nostre pagine, è quasi sempre presente il numero di telefono da chiamare!

Ecco qualche idea, seguendo la divisione per regione e, nel solo caso delle province di Trento e Bolzano, per provincia.
 

VALLE D’AOSTA
al rifugio Bonatti, in val Ferret
al ristoro Lago Muffè, in valle di Champorcher
 

PIEMONTE
da Riale al rifugio Maria Luisa
in val Vannino
Alpe Devero, tra Ai Ponti e Crampiolo
al rifugio Crosta
al rifugio Città di Ciriè, oltre il Pian della Mussa


LOMBARDIA
- al rifugio Cristina, sull'Alpe Prabello
in val di Rezzalo, verso il rifugio La Baita
Baita Caricc, in val Viola (Bormio)
rifugio Parafulmine, in val Seriana (Gandino)
ai piedi della Presolana, verso il rifugio Albani
in zona Mortirolo, passando anche per il rifugio Al Lago


TRENTINO
al rifugio Trivena, in val di Breguzzo
a malga Ritorto, balcone sulle Dolomiti di Brenta
da Madonna di Campiglio al lago Nambino
al rifugio Monte Stivo
in vetta al monte Altissimo di Nago, dove si trova il rifugio Damiano Chiesa
da Andalo o Molveno al rifugio La Montanara
tra le malghe dell'Alta val di Non
al Corno di Tres passando per malga Rodeza ed il rifugio Predaia
al monte Roen, passando per la malga di Romeno ed il rifugio Mezzavia
al rifugio Sette Selle, nel Lagorai meridionale
a malga Ora, tra i passi Lavazè ed Oclini
in val Duron, passando per il rifugio Micheluzzi e la baita Lino Brach
val di Vajolet, fino al rifugio Gardeccia o oltre fino al rifugio Passo Principe
sull'altopiano delle Pale, con il rifugio Rosetta a far da punto d'appoggio


ALTO ADIGE
malga Resia, a due passi da tre confini
alla Berglalm, in alta val Senales
in val Passiria, alla malga Egger Grub
al Lazinshof, in valle di Plan (laterale della val Passiria)
sull'altopiano del Salto, fino a malga Langfenn
la salita sul versante settentrionale del Renon, un "punto ristoro" in vetta e diverse malghe d'appoggio alla base
versante meridionale del Renon: due rifugi a mezza via
alla Stofflhutte, sull'Alpe di Villandro
malga Fane, in val di Valles
alla Prantneralm, in alta val d'Isarco, sopra Vipiteno
malga Haniger, ai piedi del Catinaccio
sull'Alpe di Siusi fino al rifugio Molignon o alla baita Zallinger
in vetta al Rasciesa, con l'omonimo rifugio
al rifugio delle Odle, in val di Funes
la panoramica Glatschalm, in val di Funes
malghe Gampen e Kaserill, in val di Funes
verso il col de Poma, con la malga Gampen a mezza via, in val di Funes
al Ranch da Andrè, in Alta Badia
attraverso i prati di Störes fino al rifugio Pralongià, in Alta Badia
all'Utia Ciampcios, in valle di Longiarù
ai rifugi Fanes e Lavarella da San Vigilio di Marebbe
al rifugio Sennes, da San Vigilio di Marebbe
tra i rifugi di Prato Piazza, in val di Braies
all'Alpe Nemes, in alta val Pusteria
al rifugio Tre Scarperi, in alta val Pusteria
- da Casere verso Santo Spirito ed oltre, passando per diverse malghe e rifugi,
a malga Steger, in alta valle Aurina
- malghe Innerhofer, Marxegger e Pircher in val di Tristenbach, Rio Bianco, valle Aurina,
- alla Knuttenalm in alta val di Tures

 

VENETO
al rifugio Fiori del Baldo e Chierego, sul Monte Baldo
verso la vetta del monte Fertazza, da Alleghe o da Selva di Cadore
rifugio Città di Fiume, ai piedi del Pelmo (da Selva di Cadore)
rifugio Laresei, da passo Valles
al rifugio Antelao, sopra Pozzale di Cadore
malga Federa e rifugio Palmieri alla Croda da Lago, da Cortina d'Ampezzo
al rifugio Scoiattoli, senza passare dalle piste (Cortina d'Ampezzo)
rifugio Sennes, partendo dai dintorni di Cortina d'Ampezzo
rifugio Bosi in vetta al monte Piana (Misurina)
al rifugio Ciareido
 

FRIULI VENEZIA GIULIA
il giro delle malghe del Montasio, con deviazione al rifugio di Brazzà
Sentiero del Pellegrino, fino alla vetta del monte Lussari

Condividi su  -

in collaborazione con